A scuola addestriamo o costruiamo conoscenza? Cosa dobbiamo fare?

L’addestramento a scuola Molte pratiche didattiche spesso ricordano l’addestramento, in cui apprendere diviene una sorta di esercitazione meccanica e ripetitiva, a questo si può aggiungere la mancanza del lavoro di gruppo. Lavorare in questo modo non favorisce la costruzione di conoscenza e non permette all’insegnante di essere un facilitatore. Troppe volte anche a noi capita di ripetere gli stessi schemi didattici. …

Perché utilizzare la LIM a scuola?

Quali sono i principali vantaggi di utilizzare la LIM? Oggigiorno i nostri studenti risultano essere interessati all’utilizzo della LIM, solitamente questo avviene ogniqualvolta introduciamo nuove tecnologie all’interno del contesto scolastico. A tal proposito le ricerche evidenziano che la LIM ha un effetto positivo sul grado di partecipazione alle lezioni, uno dei modi migliori di utilizzarla è quello introduttivo. Le lezioni …

[BES] Come approcciare dislessia e disgrafia + pratica abilitativa

Di che disturbo si tratta? I Disturbi specifici della lettura, scrittura, calcolo e comprensione costituiscono un disturbo di tipo qualitativo. Cosa significa? Significa che abbiamo a che fare con un disordine funzionale, non con un disturbo del linguaggio, ma con un disturbo neuromotorio.  Il risultato finale è che lo studente manifesterà delle difficoltà nell’esecuzione di alcuni tipi di azioni. Il …

Come possiamo utilizzare i QR codes a scuola?

Le TIC a scuola Le TIC  a scuola, se ne parla da tanto, a volte troppo. Si parla di un loro utilizzo consapevole, di una formazione funzionale degli insegnanti, di potenzialità dei vari mezzi informatici, di didattica integrata… Nella pratica quotidiana, cosa significa realmente portare in classe i mezzi informatici? Personalmente credo che il primo passo sia la conoscenza e …

[EFFICACIA] I 15 comandamenti per risolvere le problematiche scolastiche

Introduzione Superare le difficoltà scolastiche non è sempre semplice, alcune volte richiede uno sforzo personale che non siamo disposti a compiere. Questo succede perché non sappiamo bene in che direzione andare, non riusciamo a capire dove e come intervenire, troppe volte diamo la colpa ad altri: alunni, dirigenti, colleghi, genitori… e noi? Noi siamo responsabili dell’educazione e dell’apprendimento dei nostri …

[TECNOLOGIE] Impariamo a stupire i nostri alunni realizzando video didattici

Montare una lezione frontale, una montagna insormontabile? Realizzare un video didattico potrebbe sembrare un’impresa titanica, alcune volte i tempi di montaggio possono ammontare a diverse ore se non giorni di lavoro. In realtà, bastano poche mosse per dar vita ad una semplice lezione! Questo tutorial ci servirà a capire come, in pochissimi click, si possa produrre una video lezione. Di cosa …

Includiamo i bambini autistici nelle nostre classi

Approcciamo insieme l’Autismo Oggi 2 Aprile 2017 ricorre la giornata mondiale dedicata all’Autismo, colgo l’occasione per parlare di questo disturbo del neurosviluppo caratterizzato dalla compromissione dell’interazione sociale e da deficit della comunicazione verbale e non verbale che provoca ristrettezza d’interessi e comportamenti ripetitivi. L’inclusione dei bambini autistici a scuola Essendo un’insegnante di sostegno della Primaria mi voglio soffermare su un aspetto …

L’educazione del cuore: l’amorevolezza a scuola

Educare il cuore Per parlare di educazione del cuore ho scelto un paragrafo del libro intitolato: “Il romanzo d’un maestro” di Edmondo De Amicis, paragrafo molto utile per ricostruire il ruolo e l’identità del maestro. L’ho scelto in quanto lo ritengo portatore di un messaggio positivo che si rivolge universalmente a tutti coloro che in qualche modo si trovano coinvolti nei processi …

Diventa anche tu un web.teacher, scopri i vantaggi della video didattica

L’evoluzione tecnologica e il video didattico Negli ultimi anni, i potenziali strumenti che possono essere usufruiti dagli insegnanti sono aumentati esponenzialmente attraverso l’evoluzione tecnologica che abbiamo, stiamo e dovremo ancora sperimentare al massimo delle sue possibilità. Uno dei modelli comunicativi che si è consolidato dopo il 2010, ma che aveva gettato le radici molto prima, è il video. Scopri come …